Articoli
Articolo tratto dal mensile - IO E IL MIO BAMBINO - ottobre 2001 COME STIMOLARLO APPENA NATO Per favorire lo sviluppo della facoltà visiva, la mamma può cominciare da subito a stimolare il bebè con piccoli accorgimenti. Quando allatta al seno o lo tiene in braccio per nutrirlo con il biberon, è importante che rivolga i suoi ochi verso il piccolo, per catturare l'attenzione e coinvolgerlo in un gioco di sguardi, essenziale per la vista, lo sviluppo mentale e affettivo. Quando ha qualche mese e sta nella sdraietta o nel box, è opportuno collocarlo ogni volta in un angolo diverso della casa: la modificazione dell'ambiente serve a stimolare il suo spirito d'osservazione e tine desta la sua attenzione. I CONTROLLI DA FARE Alla nascita, in ospedale, il piccolo viene sottoposto alla visita degli occhi. Il pediatra, poi, prescrive una prima visita oculistica a sei mesi, per controllare la normale maturazione della retina. A un anno lo specialista verifica che lo sviluppo degli occhi proceda in modo normale. Da questo controllo in poi si prosegue con visite annuali, ameno che lo specialista non le consigli con cadenza semestrale nel caso di precedenti familiari per disturbi visivi. Molto importante, infine, il controllo a 5 anni, prima della scuola, per accertare che il sistema visivo del piccolo sia pronto ad affrontare questo impegno. GLI SPECIALISTI DEGLI OCCHI Oculista: è lo specialista che si occupa delle patologie che riguardano gli occhi. Ottico optometrista: è lo specialista che compie un'analisi globale del sistema visivo, rapportandolo anche all'equilibrio comportamentale. Inoltre si occupa dell'educazione e della correzione dei difetti visivi.
Home Progetto Articoli Strumenti Video Contatti Notizie Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4 Articoli
Proteggi Educa Allena la tua Visione
P.E.A.V.
Pagina 3
Contatore visite gratuito