Articoli
Home Progetto Articoli Strumenti Video Contatti Notizie
La postura per un’armonia funzionale del corpo umano. Per ulteriori approfondimenti contattare: oriani@deor.mi.it segue da pag 3 La direttrice posteriore, tramite i muscoli tricipite, deltoide e il gruppo degli extrarotatori dell'omero coinvolge la scapola e da qui arriva a interessare la colonna cervicale e l'occipite attraverso il muscolo trapezio, compiendo una sorta di azione compensatrice della catena anteriore. Una seconda componente di questa direttrice si sviluppa verso il rachide toracico per l'azione del trapezio e del grande e piccolo romboideo e verso il bacino e il sacro tramite la catena muscolo facciale prioritaria del muscolo grande dorsale, che origina dall'aponeurosi lombo-dorsale e si inserisce sulla piccola tuberosità omerale. Quello appena sviluppato è uno schema semplificato di ciò che può accadere a partire da una impugnatura scorretta della penna nell'atto della scrittura: è d'altra parte evidente che un problema di convergenza a carico di un occhio nella stessa situazione costringerà il soggetto ad assumere con la testa una posizione compensatoria che scatenerà reazioni di accomodamento che si svilupperanno su direttrici testa-mano e testa tronco. CONCLUSIONI Lo studio della postura è molto importante dato che ci permette di risalire con un lavoro attento di valutazione alle cause primarie di un disturbo o di una disfunzione, ma non deve essere assolutizzato nella sua ricerca della perfezione posturale. Il corpo umano è per sua natura asimmetrico (lo stomaco è a sinistra, il fegato a destra, un rene è più basso dell'altro) e la pretesa di certi posturologi di metterlo perfettamente simmetrico rispetto il filo a piombo o a un fondo quadrettato è pura utopia: l'utilizzo permanente per lunghissimi periodi di solette, calamite, colliri e bite al fine di raggiungere questo risultato è a mio parere schiavizzante ed esageratamente dispendioso per la persona. Sono innanzitutto la prevenzione e la rieducazione alla postura gli strumenti che devono essere messi in atto con un lavoro interdisciplinare tra osteopati, optometristi, fisioterapisti, odontoiatri, oculisti fisiatri e ortopedici, ognuno secondo la propria competenza, alla ricerca di un'armonia funzionale del corpo umano. Per ulteriori approfondimenti contattare: oriani@deor.mi.it
Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4 Articoli
Proteggi Educa Allena la tua Visione
P.E.A.V.
Pagina 4
Contatore visite gratuito