Video
C
Vedi video
Home Progetto Articoli Strumenti Video Contatti Notizie
Un occhiale giusto per ogni età Testi, materiali ed immagini del sito P.E.A.V. sono coperti dai diritti d’autore
Gli occhiali per i bambini, siano essi da vista o da sole, non sono solo un prodotto da adulti a "misura di bimbo", ma sono il frutto di studi e il risultato della ricerca tecnologica più avanzata che risponde a criteri di qualità, sicurezza e comodità per bambini che giocano e si muovono tutto il giorno. L'ottico optometrista è in grado di tener conto delle proporzioni della testa e del viso del bambino, ma anche delle esigenze dettate dall'età, dalle attività e dalla personalità di ogni singolo bambino. La scelta della montatura Da 0 a 4 anni la scelta del materiale deve ricadere per motivi di sicurezza contro gli urti sulla plastica morbida biocompatibile. Un materiale leggero e indeformabile con una linea priva di spigoli. Dato che il dorso nasale nei bambini così piccoli è poco sviluppato la montatura dovrà presentare un appoggio nasale molto basso, che permetterà alle lenti correttive di essere posizionate privilegiando la visione frontale e superiore. Il margine superiore della lente, infatti, deve superare di poco il sopracciglio per evitare che il bambino "sbirci sopra la montatura" annullando l'effetto correttivo della lente. Il bordo inferiore della montatura non deve toccare le guance sia per consentire una centratura delle lenti stabile e non fluttuante (per colpa della spinta delle guance quando il bambino sorride) sia per evitare soprattutto d'estate un'irritazione eccessiva della pelle. Le stanghette devono avere il terminale a riccio o con la possibilità d'inserire un elastico anallergico per meglio bloccare la montatura sul volto del bambino in modo confortevole. Queste montature a "prova di bambino" per i colori vivaci che le caratterizzano sono accettate tranquillamente dai bambini, meno dai genitori che vivono questo tipo d'occhiale come una "protesi per handicap". Seri problemi d'accettazione possono insorgere quando il genitore durante la scelta della montatura esprime simili giudizi estetici negativi in presenza del bambino. Dai 4 ai 15 anni a questa tipologia di montature anti - infortunistiche "poco estetiche" si possono affiancare montature in acetato di cellulosa e in metallo valutando, soprattutto per il metallo, molto attentamente le attività e la personalità di ogni singolo bambino. Oltre i 15 anni la scelta della tipologia della montatura può seguire il criterio estetico sempre di più influenzato dalle tendenze imposte dalla moda. Per chi ha problemi di allergia al metallo esistono materiali anallergici come il titanio. E' però importante ricordare l'importanza di un secondo paio d'occhiali finalizzato soprattutto alle attività sportive e a rappresentare la "ruota di scorta" in caso di rotture del primo. La scelta delle lenti Le lenti correttive o da sole, che sono la parte più importante dell'occhiale, devono essere infrangibili, per garantire la maggior sicurezza possibile in caso di urto o caduta. La possibile scelta di materiali infrangibili con indici di rifrazione sempre più elevati permette di mantenere nascosto lo spessore delle lenti anche con diottrie elevate rispettando il fattore estetico. Ma oltre a questo fattore così importante sopprattutto per l'adulto, è da tenere in considerazione il pericolo rappresentato da un bordo sporgente rispetto alla montatura per il volto del bambino: per evitare questo occorrerà eseguire un montaggio esterno o con bisello (bordo d'incastro della lente) smussato e raccordato il più possibile alla montatura. Una buona visione può mantenersi nel tempo anche con una corretta manutenzione Oltre a scegliere lenti infrangibili con una superficie resistente ai graffi bisognerà educare il bambino a tenere le lenti dei propri occhiali ben pulite e ben posizionate sul viso. Una giusta manutenzione   e un periodico controllo dall'ottico optometrista potrà riallineare rispetto all'originaria prescrizione lenti e montatura, che potrà eventualmente evidenziare graffi sulle lenti che possono andare ad alterare una buona visione. E' da evidenziare, infatti, che in una correzione astigmatica un disallineamento anche solo di 2 gradi può causare un abbassamento della capacità visiva e un aumento dell'affaticamento visivo (notevole per astigmatismi superiori a 1diottria); mentre una lente graffiata centralmente può causare uno sia un'insufficienza visiva sia uno squilibrio corporeo dato che il bambino ricercherà con rotazioni ed inclinazioni della testa una zona della lente "più pulita"
ETA’ O - 4 anni Dai 4 ai 15 anni Oltre i 15 anni
Montatura più idonea Materiale leggero, indeformabile Con una linea priva di spigoli per la sicurezza del bambino Montature Infortunistiche di nailon o montature in acetato di cellulosa e in metallo, valutando se questo materiale si adatta alla personalità e alle attività svolte dal bambino Montature che si adattino alla personalità e alle attività di ogni persona. Per chi ha problemi di allergia al metallo esistono materiali anallergici come il titanio. La modellistica varia di anno in anno seguendo le tendenze imposte dalla moda.
Proteggi Educa Allena la tua Visione
P.E.A.V.
Contatore visite gratuito